Una testimonianza che ci rende orgogliosi

Una testimonianza che ci rende orgogliosi

Salve sono il signor Giuseppe Sannini ed abito a Forlì, volevo recensire positivamente il mio percorso che mi ha portato alla decisione di perdere peso tramite l’intervento di mini bypass gastrico.
Svolgo un lavoro sedentario e stressante, a contatto con il pubblico, con orari non compatibili con i regolari pasti quotidiani.
Questo mi ha portato nel giro di 15 anni ad un aumento notevole di peso con conseguenze negative sulla mia salute. Ne sono scaturiti problemi di insonnia, cefalee, apnea notturna, ipertensione e problemi articolari.
Ho provato a seguire, dietro controllo medico, delle diete che però non hanno portato a nessun risultato evidente, da qui dopo tante sofferenze ho preso coscienza di cambiare la mia vita.
Ho cercato su internet il nome di centri specializzati che effettuassero interventi bariatrici la mia ricerca mi ha condotto al dottor Angelo Michele Schettino, coadiuvato dalle dr.sse Cristina Pari dietista e Graziana De Palma psicologa.
La prima visita l’ho effettuata a marzo del 2018 con il dottor Schettino, dove per le mie problematiche si decideva di compiere l’intervento di mini bypass gastrico, avendo anche ricevuto il via libera delle dottoresse sopra citate.
Ho iniziato questo percorso preoperatorio con una dieta prescrittami da loro, seguita nei minimi dettagli che mi ha portato al giorno dell’intervento, fissato per giugno, con un calo di 13 kg.; premesso partivo con un peso di kg, 111 per 1,63 m. di altezza, con circa 43 kg. di sovrappeso.
Il 28 giugno 2018 il dottor Schettino effettua su di me l’intervento di mini bypass gastrico.
L’operazione è andata bene e dopo 5 giorni sono stato dimesso dalla clinica San Lorenzino di Cesena con le varie disposizioni post operatorie e con le relative diete alimentari che avrei dovuto seguire a casa.
Approfitto di questa opportunità per ringraziare calorosamente tutto lo staff della clinica San Lorenzino per la loro competenza e professionalità seguita dalla loro umanità nei miei confronti.
Giunto a casa ho seguito alla lettera le indicazioni delle dottoresse per quanto concerneva il primo mese di alimentazione che si basava principalmente su una dieta prettamente liquida, gradualmente ho inserito i cibi solidi consentitemi fino a perdere nel giro di poco più di 6 mesi la bellezza di 48 kg.

     

Questo traguardo è stato possibile solo ed esclusivamente seguendo scrupolosamente le indicazioni dietologiche e psicologiche datemi dalle dottoresse e con tanta buona volontà da parte mia.
Se non fossi stato così determinato e concentrato sull’ obbiettivo finale, da solo l’intervento sarebbe stato nullo.
La dieta equilibrata, lo sport e le dovute indicazioni sono state per me una manna dal cielo.
Nei vari controlli successivi i medici riscontravano i miei miglioramenti e prendevano atto da me della scomparsa progressiva dei miei sintomi.
Con la dieta ed il supporto psicologico, e con la mia forza di volontà ho ottenuto questi risultati magnifici che hanno cambiato in meglio la mia vita, quindi a chi leggerà la mia recensione e vorrà intraprendere il mio stesso percorso consiglio di affidarsi totalmente alla professionalità dei dottori e di seguire con scrupolo le loro indicazioni; i risultati verranno ottenuti.

Ringrazio il dottor Angelo Michele Schettino e le dottoresse Cristina Pari e Graziana De Palma per la loro professionalità che hanno mostrato nei miei confronti e per i loro giusti suggerimenti per il mio benessere.

Cordiali saluti,
Giuseppe Sannini

Perdere Peso i falsi miti

Perdere Peso i falsi miti

Quando ci sentiamo appesantiti, magari alla fine dell’inverno, con qualche chilo in più del nostro solito, siamo tentati di mettere in atto soluzioni fai-da-te, derivanti spesso da “falsi miti”, pur di perdere peso in fretta e sentirci subito “alleggeriti” e più in forma.
Ecco che molte persone decidono di evitare per un po’ pane, pasta, riso e simili dalla propria alimentazione quotidiana, e magari di saltare un pasto, come la colazione o il pranzo, pur di vedere scendere subito l’ago della bilancia.
Questa scorciatoia, purtroppo, porta ad una perdita di peso sì, ma che poi sarà seguìta da un recupero di quanto perso in breve tempo e con gli interessi, sopratutto se non c’è alla base uno stile di vita attivo.
In realtà, una alimentazione sana e completa si basa principalmente su verdure, legumi, frutta, e anche cereali (i quali sono poveri di grassi!), e in parte più ridotta su cibi animali quali carni pesce latticini uova (cibi animali che contengono sempre grassi, oltre alle proteine, anche quelli che definiamo “magri”, come carni bianche, pesce, affettati privati del grasso, formaggi “light”…),.
Dobbiamo anche ricordare che non è sano perdere peso velocemente, ma lo è mangiare in maniera varia (quindi di tutto, cereali compresi, ogni giorno), ben distribuita nella giornata (almeno tre pasti principali, uno o due spuntini), e con porzioni adeguate e ciascuno (a seconda della nostra età, sesso, statura, attività fisica, lavorativa, ecc…).
Infatti, il dimagrimento che otteniamo velocemente eliminando uno o alcuni gruppi alimentari, come i cereali, manda il corpo in uno stato di “carenza”, come se si trovasse in carestia, ed esso cercherà al più presto di ricostituire le sue scorte. Ecco che quindi si recupera il peso perso.
La perdita di peso che corrisponde al vero dimagrimento, è dunque quella che avviene quando si mangia di tutto in modo proporzionato e adeguato a ciascuno di noi, sostenuta da una regolare e moderata attività fisica (per esempio, camminare ogni giorno all’aperto 30-60’) come stile per tutta la vita.

Festività natalizie col sorriso e senza sensi di colpa!

Festività natalizie col sorriso e senza sensi di colpa!

Per godersi i bei momenti delle feste anche nel rispetto di un intervento chirurgico per obesità, ricordiamo che è importante:

Gratificare la psiche
Il bello soddisfa la mente e l’anima! Perciò apparecchiamo una bella tavola (curando ogni dettaglio: colori, design delle stoviglie, tessuti, centrotavola, candele, …) mettendo nei piatti porzioni adeguate che ci consentano di fare piccoli assaggi di più pietanze.

Evitare una spesa abbondante
Evitate di avere la credenza ed il frigo stracolmi. Il consiglio è quello di fare la spesa sempre a stomaco pieno, valutando quanto cibo effettivamente occorra in base alle persone presenti. Il danno maggiore alla linea (e anche alle tasche!) è dovuto alle tentazioni che restano in casa dopo le feste!

Fino al 23 dicembre, dal 27 al 31 dicembre e dal 2 gennaio seguire le sane abitudini!

Saper gestire aperitivi e incontri fuori dalla tavola
Se organizzate in casa vostra aperitivi o “merende” con parenti ed amici, sostituite gli stuzzichini particolarmente salati e grassi soprattutto quello vietati in chirurgia bariatrica (cibi con mollica come pizzette, focacce, croissant,…) con crudité (finocchi, carote, coste di sedano, pomodorini ecc), macedonia di frutta fresca con succo di limone o spiedini di frutta, e prodotti secchi come grissini o taralli. Tra le bevande, optare per quelle non gassate (the tisane infusi anche da raffreddare in frigo e aromatizzare con limone e poco zucchero, o spremute di agrumi). Limitiamo i brindisi alcolici solo a pranzi e cene dei giorni festivi!

Evitare la bilancia
Tenete lontana la bilancia, evitando di pesarsi subito dopo le feste e, vittime di sensi di colpa, dare inizio a diete squilibrate. Una sana e corretta alimentazione, un buon livello di attività fisica come camminare tutti i giorni durante le festività, ed un buon contatto con la propria interiorità, anche attraverso il bello di colori ed atmosfere, saranno i migliori propositi per il 2019!

 

Se vuoi conoscere meglio il lavoro della nostra equipe scrivici a info@curaobesita.it
visita la nostra pagina Facebook curaobesita


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

PERCHE’ E’ IMPORTANTE  CAMMINARE

PERCHE’ E’ IMPORTANTE CAMMINARE

Perché consigliamo ai nostri pazienti di camminare ogni giorno?
Non è solo per bruciare calorie!
Una lunga camminata al giorno (ovviamente ciascuno al proprio passo), migliora il livello di salute globale.
Sono numerosi infatti i benefici per corpo e mente che si ottengono facendo un cosa semplice (e gratuita..!) come camminare.

Diversi studi hanno dimostrato che camminare ogni giorno (o in generale, facendo esercizi aerobici a basso impatto) migliora la destrezza motoria e l’efficienza del sistema nervoso in genere,  previene la demenza precoce, riduce il rischio di Alzheimer, riduce lo stress mentale.
Camminare aiuta a prevenire le patologie cardiovascolari (infarti e ictus), si abbassa infatti e si regolarizza la pressione sanguigna, si riducono i livelli di colesterolo (totale e “cattivo”, o LDL), i vasi sanguigni acquistano maggiore elasticità, è facilitato il ritorno venoso (la pianta del piede camminando è sottoposta ad un continuo “massaggio” che stimola la circolazione sanguigna).
Camminare rallenta l’invecchiamento di ossa e cartilagini, aumentando la loro resistenza e quindi riducendo il rischio di fratture.

Inoltre, migliora l’elasticità e la potenza dei legamenti articolari e la forza muscolare.
Camminando migliora la postura, e si riducono così dolori derivanti da posture errate.
Camminando si rinforzano il sistema immunitario e il sistema endocrino.
Aumenta l’ossigenazione nei tessuti, dunque si eliminano più facilmente tossine e scarti dell’organismo (quindi anche a livello di inestetismi cutanei, come pelle impura, cellulite,…).
Camminare ci consente di migliorare il tono dell’umore!!!
Potremmo continuare a lungo enumerando i tanti benefici della camminata, ma questi  ci sembrano sufficienti per darvi una motivazione in più.

Quindi, infiliamoci le scarpette e usciamo a camminare!

 

Se vuoi conoscere meglio il lavoro della nostra equipe scrivici a info@curaobesita.it
visita la nostra pagina Facebook curaobesita


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

COME MANGIARE DOPO UN MINIBYPASS GASTRICO

COME MANGIARE DOPO UN MINIBYPASS GASTRICO

Dopo una fase iniziale post intervento di alimentazione semiliquida, la persona torna alla alimentazione solida.

È però fondamentale che ci si alimenti frazionando gli alimenti in 5 piccoli pasti nella giornata: colazione pranzo cena e due spuntini, in modo da apportare, seppur in piccole porzioni, tutti gli elementi necessari al benessere: carboidrati, proteine, grassi, vitamine, sali minerali.

Per effetto del bypass infatti (il “salto” dei primi due metri circa di intestino) non tutte le sostanze che si introducono con gli alimenti verranno assorbite.

Vi è quindi il rischio di carenze nutrizionali, per esempio carenza di vitamine del gruppo B, vitamina D, acido folico, ferro, calcio.

Ecco perché è fondamentale, soprattutto in interventi come questo, affidarsi ad una equipe specializzata nella chirurgia bariatrica e che segue le Linee Guida nazionali della S.I.C.Ob. (Società Italiana della Chirurgia dell’Obesità ) per poter essere guidati nel recupero della alimentazione in modo corretto.

Bisogna sempre ricordare di:

Non saltare mai nessuno dei pasti indicati dall’equipe;

Mangiare cibi sani e nutrienti: cereali, frutta e verdure di stagione variandole ogni giorno, legumi, carni, pesci, formaggi, uova, mentre bisogna evitare cibi malsani e non nutrienti come fast food, cibi industriali, prodotti precotti, dolciumi, snack…;

Bere molta acqua durante la giornata a piccoli sorsi;

Tagliare il cibo a piccoli pezzi nel piatto e masticare a lungo il boccone prima di deglutire.

Il chirurgo poi, indicherà quando necessaria l’assunzione di supplementi (integratori), nelle varie fasi dopo l’intervento, a seconda dell’andamento degli esami ematochimici che vengono richiesti.

Se vuoi conoscere meglio il lavoro della nostra equipe scrivici a info@curaobesita.it
visita la nostra pagina Facebook curaobesita


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

Cosa cambia dopo un intervento di mini bypass gastrico

Cosa cambia dopo un intervento di mini bypass gastrico

Il bypass gastrico (più spesso oggi nella versione mini bypass gastrico) è uno degli interventi di chirurgia bariatrica più eseguito.

Si tratta di un intervento “misto”, cioè che ha sia un effetto restrittivo (lo stomaco viene ridotto ad un piccolo tubulo) sia leggermente malassorbitivo (poiché vi è un “salto”, un bypass appunto, dei primi 2 metri circa di intestino).

Dopo una fase post intervento di alimentazione semi-liquida, si torna ad una alimentazione solida.

È molto frequente, nei primi mesi dopo l’intervento, che il paziente sperimenti sintomi di vario tipo, diversi anche da persona  a persona; i più comuni sono: sensazione di nausea o avversione alla vista o con l’odore di alcuni cibi e bevande, calo dell’appetito e della sete, sensazione spiacevole di pienezza dopo l’ingestione di pochissimi bocconi.

Inoltre, si possono avere cambiamenti nel gusto di alcuni cibi e bevande un tempo graditi, ad esempio:

per alcuni pazienti nei primi mesi dopo l’intervento il sapore dell’acqua diventa sgradevole, amarognolo, ed è necessario “camuffarla” con infusi tisane ecc…

per altre persone, cibi un tempo molto graditi come la carne rossa diventano sgradevoli sia alla vista che al gusto.

Tutti questi cambiamenti sono solitamente solo temporanei, piano piano l’organismo si adatta e i sapori i gusti tornano alla normalità, rimane ovviamente l’effetto di mangiare quantità piccole di cibo per via dello stomaco ridotto.

Se vuoi conoscere meglio il lavoro della nostra equipe scrivici a info@curaobesita.it
visita la nostra pagina Facebook curaobesita


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

I benefici del cioccolato

I benefici del cioccolato

Nella stagione invernale sentiamo più spesso il desiderio di cioccolato e cibi che ne contengono… molti di noi pensano che il cioccolato sia sempre un peccato di gola e intacchi inesorabilmente la nostra linea, ma non è sempre così.

Il cioccolato è l’alimento fatto con cacao e burro di cacao.

I benefici derivanti da un consumo moderato di cioccolata sono da imputare al cacao, il quale contiene flavonoidi, potenti antiossidanti (contenuti anche in molti alimenti di origine vegetale).

Il cioccolato fondente ne contiene la quantità maggiore (circa 50mg di antiossidanti ogni 100gr di cioccolato fondente). Esso contiene anche caffeina (vedi articolo sul caffè recentemente pubblicato).

Il cioccolato al latte ne contiene solo 10mg.

Il cioccolato bianco non ne contiene affatto!

Naturalmente, non dobbiamo trascurare l’apporto calorico del cioccolato, anche fondente, derivante in gran parte dal contenuto di grassi, e in parte di zuccheri.

Una tavoletta di cioccolato da 100gr ha circa 500calorie, quindi se ne mangiamo un quarto (25gr) assumiamo già oltre 100calorie.

I grassi del cioccolato fondente però nel complesso sono di buona composizione: circa 1/3 degli acidi grassi sono rappresentati da acido grasso oleico, lo stesso presente nell’olio extra vergine di oliva, dall’effetto ipo-colesterolemizzante.

Dobbiamo imparare a mangiarne piccole quantità, per trarne i benefici senza avere danni alla linea.

Una grandissima differenza poi passa tra i cioccolati sopra descritti e i “surrogati” di cioccolato, tutti quei prodotti che contengono cioccolato in quantità minime.

Tra i più comuni, barrette, snack, creme spalmabili, merendine confezionate.

Se osserviamo l’elenco degli ingredienti, ci renderemo subito conto che di cacao ce n’è ben poco, la gran parte degli ingredienti sono grassi diversi dal burro di cacao e zuccheri.

A quel punto, dei benefici sopra descritti del cacao non rimane neanche l’ombra… mentre le calorie derivanti dagli zuccheri e grassi presenti in grandi quantità ci sono eccome!

Dunque, dovremmo imparare ad acquistare solo cioccolato di qualità, in tavoletta, meglio fondente, magari partendo dalla percentuale di 60%, per poi abituarci lentamente al gusto più amarognolo di quello con percentuali maggiori di cacao.


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

Caffè benefici e controindicazioni

Caffè benefici e controindicazioni

A chi non piace svegliarsi e bere una tazzina di caffè per iniziare bene la giornata?

E quanto spesso, per ritrovarci con colleghi o amici, diciamo “prendiamoci un caffè”?

Il caffè soprattutto per noi italiani è un rito quasi irrinunciabile.

Vediamo allora benefici e potenziali danni di questa amata bevanda.

La sostanza più nota contenuta nel caffè è senz’altro la caffeina, che ha diversi effetti sul nostro organismo:

stimola la secrezione gastrica e biliare (ecco perché sentiamo dire che bevuto a fine pasto un caffè stimola la digestione),

agisce come tonico e stimolante della funzione cardiaca e nervosa (da qui l’effetto “energizzante” che avvertiamo quando beviamo il caffè),

stimola l’utilizzazione delle riserve di grasso come fonte di calorie,

riduce il senso di appetito.

Sembrano tutti effetti positivi, ma attenzione: un consumo elevato di caffè ci espone a grossi rischi :

Abbiamo detto dell’effetto stimolatorio sulla secrezione gastrica.

In dose eccessive però può provocare danni all’apparato digerente a causa dell’elevata acidità dei succhi riversati nello stomaco, ecco perchè il caffè è sconsigliato a chi soffre di reflusso gastroesofageo, gastrite, ulcera.

Abbiamo detto che stimola la funziona cardiaca e nervosa, ma questo effetto in persone ipertese o che soffrono di insonnia può essere più dannoso che di aiuto. Anche persone sane possono sperimentare tachicardia, tremori e sbalzi pressori con quantità elevate di caffeina.

Infine, se anche la caffeina aiuta a “bruciare un po’ di calorie”, consideriamo che se mettiamo zucchero o latte nel caffè, le calorie così assunte annullano questo effetto.

Dunque, quanto caffè possiamo bere in media in condizioni di buona salute?

Un limite potrebbe essere quello di 300 mg al giorno di caffeina: un caffè fatto con la moka ne contiene circa 85mg, l’espresso ne contiene circa 60mg, quindi diciamo da 4 a 5 tazzine al giorno.

 

Ma dobbiamo considerare che la caffeina non si trova solo nel caffè ma anche in altri prodotti vegetali come cioccolato e the, e in bevande gassate energizzanti, quindi bisogna considerare tutto ciò che introduciamo in un giorno.

In base a questo, si ritiene un consumo sicuro le 3 tazzine al giorno per le donne e le 4 tazzine al giorno per l’uomo.

In conclusione, il caffè in dosi moderate ha senz’altro tanti benefici da offrirci, ma non esageriamo per non ribaltare la situazione e avere brutti effetti.


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

Riconoscimento Centro di Eccellenza S.I.C.Ob.

Riconoscimento Centro di Eccellenza S.I.C.Ob.

Con orgoglio pubblichiamo la certificazione che è stata recentemente riconosciuta al dr. Schettino, responsabile del Centro di Chirurgia Bariatrica presso la Casa di Cura San Lorenzino in Cesena, per il Centro di Eccellenza S.I.C.Ob. (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità patologica e delle malattie metaboliche).

Ad oggi è l’unico Centro di Eccellenza in Emilia Romagna.

Il passaggio da Centro Accreditato a Centro di Eccellenza, per la chirurgia dell’obesità patologica, è stato possibile grazie al crescente numero di pazienti operati, alle diverse tipologie di interventi chirurgici eseguiti (bendaggio gastrico regolabile, mini bypass gastrico, sleeve gastrectomy e redo-surgery), all’elevato follow up dei pazienti operati, alla presenza di una sala per la terapia intensiva post operatoria.

Per rispondere alle suddette caratteristiche è fondamentale il lavoro dell’equipe multidisciplinare specializzata, composta dal dott. Schettino Angelo Michele, dalla psicologa dr.ssa Graziana De Palma, dalla dietista dr.ssa Cristina Pari. La nostra equipe lavora insieme, da diversi anni, preparando i pazienti al percorso chirurgico bariatrico ed accompagnandoli nel post operatorio in maniera integrata, come le Linee Guida S.I.C.Ob. richiedono, rispondendo alle esigenze di ogni paziente.

Pertanto, è con entusiasmo che riceviamo una certificazione gratificante per il nostro lavoro di equipe.

 

Dr. Angelo Michele Schettino, medico chirurgo

Dr.ssa Cristina Pari, dietista

Dr.ssa Graziana De Palma, psicologa psicoterapeuta


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588

 

Perché un percorso in caso di intervento bariatrico

Perché un percorso in caso di intervento bariatrico

Molte persone credono che, prima e dopo un intervento di chirurgia bariatrica per guarire lo stato di obesità, non serva un percorso particolare, che l’intervento in sé “guarisca” l’obesità.

Questo è sbagliato.

Ci capita spesso, nell’esperienza di lavoro di tutti i giorni, di venire a contatto con persone che conoscono, anche in maniera virtuale, pazienti operati altrove senza alcuna preparazione né controlli dopo l’intervento, e che giungono a noi loro stessi per essere operati, ma inconsapevoli di quanto possa essere pericoloso per la salute o, al minimo, del tutto inutile sottoporsi ad un intervento di chirurgia bariatrica senza una preparazione adeguata prima e un percorso di sostegno dopo.

La preparazione: è fondamentale che la persona, stabilito dal chirurgo che può essere sottoposta ad un intervento bariatrico, venga preparata sia sotto il profilo medico e anestesiologico, sia sul piano dei nuovi e indispensabili comportamenti da mettere in atto dopo l’intervento, e per tutta la vita!

Alcuni esempi: molti interventi bariatrici richiedono la rinuncia, per tutta la vita, a cibi lievitati e con mollica, i quali porterebbero nel tempo, anche anni dopo l’intervento, ad una dilatazione dello stomaco che è stato ridotto (vuoi tramite un bendaggio gastrico, vuoi tramite una sleeve o un bypass gastrico), quindi ad una grave complicanza, oltre che al recupero del peso perso.

I cibi come pane, pan di spagna, pizze, focacce, brioche, dolci soffici, eccetera, sono da escludere dalla propria alimentazione per sempre.

La stessa cosa vale per qualunque bevanda frizzante, sia essa una bibita, anche in versione light, o acqua gassata; la motivazione è la stessa dei cibi lievitati.

Il percorso: è fondamentale che il paziente sia assiduo nel percorso, che prevede, oltre ai colloqui di preparazione all’intervento, regolari controlli dopo l’intervento con l’equipe multidisciplinare: chirurgo, dietista, psicologa, affinchè egli possa uscire dallo stato di obesità e mantenere a vita un peso sano, grazie al cambiamento nel proprio stile di vita, e soprattutto non incorrere in complicanze.

Le complicanze in seguito a interventi di questo tipo, derivano quasi sempre da una scorretta gestione dell’intervento fatto, e possono non solo determinare il recupero del peso perso nel tempo, ma soprattutto mettere a rischio la vita della persona.

La frequenza ai controlli si definisce in base ad ogni persona, ma va diradandosi nel tempo fino ad un controllo all’anno. I controlli anche annuali vanno fatti tutta la vita, poiché è sempre fondamentale verificare che tutto sia a posto nel tempo!


Per prenotare una visita per Obesità
con il dott. Angelo Michele Schettino Medico Chirurgo chiamare la segretaria al numero 370 3628299
Per Psicologa – Psicoterapeuta dott.ssa Graziana De Palma numero 328 5858664
Per Dietista dott.ssa Cristina Pari numero 346 2380588